associazione culturale araba fenice terni  




 
Scarica il progamma della stagione concertistica associazione araba fenice  2014/2015

Si apre una nuova Stagione Concertistica nata dal desiderio da cui scaturisce quel senso di libertà creativa, di fervente immaginazione e anche di quella mai doma fantasia, che ci pervade da sempre, sin dall’inizio di tutto.
Le molteplici forme dell’arte non sono altro che diversi modi di incantare, destinate a evocare sentimenti e passioni per renderle quasi tangibili, e comunicarne i fremiti.
Da secoli gli uomini cercano di creare rapporti che avvicinino le arti, perché queste non restino linguaggi isolati, ma ciascuna si rafforzi con l’apporto dell’altra: la musica, la letteratura, il canto e per questa 19esima Stagione, i “Colori”.

Il padre del romanticismo, Goethe, scrisse: “che esista una certa relazione del suono con il colore, questo fu sentito sempre.”
Un pensiero noto da molto tempo: pittori e musicisti, hanno sempre cercato un ponte di collegamento fra le loro arti compositive ed espressive. Scienziati e fisici hanno dato interpretazioni sul legame fra i sette colori dello spettro e le note musicali.
Ecco allora materializzarsi il “Kolors” che ci affiancherà in questa Stagione. Un viaggio che attraversa l’animo umano e le sue composizioni musicali, anche correndo il rischio di non riuscire a dare una spiegazione coerente del legame che esiste o può esistere, fra le note musicali e un colore ben definito.
Eppure la nostra è una sfida a viso aperto, con tutto il nostro essere, con il cuore che batte all’impazzata, animati da quelle sensazioni di emozione, passione e innamoramento che ci spingono ad intraprendere a ogni Edizione, nuove strade.

Vogliamo continuare a proporre al nostro pubblico, idee e progetti che suscitino il piacere di seguire i concerti dell’Araba Fenice. La musica per prima, ovvio: e attraverso di essa gli artisti che la eseguono e la interpretano.
Il pianoforte poi: lo strumento di Chopin, di Liszt, di Schumann, di Beethoven, di Brahms, di Rachmaninoff, e di tutti gli altri compositori e pianisti fino ai giorni nostri. Il pianoforte, quell’immortale strumento la cui voce suscita sentimenti che affondano nelle più intime profondità creando onde di azzurri pensieri.
Sempre Goethe ha scritto: ”ci sono diverse specie di fiori. Ce ne sono anche alcuni che possiamo raccogliere comodamente durante una passeggiata.”
Vi diamo dunque il benvenuto alla nuova Stagione Concertistica dell’Araba Fenice, spalancata sul giallo dorato di un campo di grano.

Apriremo il nostro “primo” sipario e voi sarete i nostri ospiti più illustri. Siederete comodamente nelle vostre poltrone e ascolterete la musica che, ci auguriamo, libererà la vostra mente, sui colori del mondo.

Bruno Galigani presenta la stagione concertistica di Araba Fenice :
Guarda il video - Scarica testo presentazione


Riflessioni ...

Qualche tempo fa sentivo il bisogno di una risposta alla domanda, che alle volte può sembrare banale, sul significato e sull’importanza della Cultura. Avevo proprio bisogno di un punto di vista diverso, sentendomi perso in una sorta di arcipelago di isolotti mal collegati fra loro, nonostante la loro cristallina bellezza. Chiesi allora a un caro amico, cosa significasse per lui la Cultura. Ero consapevole che questo mio amico mi avrebbe fatto un “dono” con le sue parole …. ma non immaginavo tanto.

Ecco la sua risposta:



Caro Bruno, la domanda è semplicissima, non altrettanto la risposta. La cultura è qualcosa di imprescindibile dall’essere umano. La cultura è vivere, usare, amare, quello che da sempre e in ogni luogo della terra grandi ingegni hanno prodotto nel loro tempo, ma guardando a chi sarebbe venuto dopo di loro. La cultura dovrebbe essere un cibo per la mente e per il cuore, un fatto quotidiano sempre presente, da cui mai separarsi, perché, chi e quello che siamo ora, lo dobbiamo a chi, a cosa è venuto prima di noi o lontano da noi, in altre parti del mondo. La cultura è il flusso continuo delle idee, che supera tempi e spazi, l’unica cosa capace di superare i confini, i blocchi, le prigioni, le differenze, le diversità, le barriere dell’incomprensione e del razzismo. La Cultura è di tutti, non di alcune élite, la cultura non è un fiore all’occhiello di cui vantarsi o prendere a pretesto per distinguersi: la cultura è partecipare a chiunque il nostro amore per il bello, viverlo, ascoltarlo, spartirlo. Per noi che siamo nati in Italia poi, la cultura è “obbligatoria”. I muri delle nostre città sono intrisi di cultura. Le nostre chiese sono state erette, scolpite, dipinte, istoriate da grandi uomini, vi è risuonata musica, voci, cori, strumenti di eccelsi musicisti e cantori. Gli spazi delle nostre piazze, le stanze dei palazzi nobili o umili sono state percorse da altri uomini che vi portavano e spargevano la loro poesia. Noi siamo i loro figli e nipoti. Loro e quello che ci hanno lasciato ci appartiene, ci fa ricchi della vera ricchezza.


Queste sono le parole di Pasquale De Zio di Guardea, mio amico, mio Maestro, mio irrinunciabile “faro della conoscenza” nella complessità dei nostri tempi.

Bruno Galigani
Presidente dell’Associazione Culturale Araba Fenice di Terni .


 
  News & Eventi
 

Il nostro primo libro
"I PRIMI TRE ANNI"

Contatti
Associazione Culturale ARABA FENICE
Sede legale: via Janni, 38 Collescipoli - 05100 Terni
Tel. 0744.814927 –Cell. 328.1659709 – 329.2126526 –- 333.4616492 - 320.9214007
e-mail: info@assarabafenice.it



. Regione dell'Umbria
. Comune di Terni
. Comune di Guardea
. Comune di Amelia
. Camera di Commercio di Terni
. Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni
. Fondazione Alessandro e Adriana Casagrande.




Iscriviti alla Newsletter
© Copyright Associazione Culturale Araba Fenice- 2011 tutti i diritti riservati- Privacy - Cookies - P.I.01232960557  
associazione arba fenice  terni, vieni a trovarci su facebook Associazione culturale Araba Fenice Terni - vieni a trovarci su twitter